Le scelte di LoveBytes.it

Pubblicato il: 10/09/2008 — Tematiche: comunicazione,informazioni,networking culturale,segnalazioni

La settimana scorsa ho lanciato, un po’ in sordina, un nuovo sito web: LoveBytes.it il cui contenuto principale è la pubblicazione “a puntate” di L0V3 B1T3Z, la tesi di laurea in Storia della Lingua Italiana (con correlazione in Letteratura Inglese) che ho discusso nel 2001.

cuore-telematicoVorrei evidenziare, prelevandoli di peso da una FAQ pubblicata sul sito qualche giorno fa i punti di “rottura” rispetto a gran parte dei siti/blog/progetti online (miei compresi):

  1. I siti e gli studi editi sinora si sono occupati perlopiù di aspetti sociologici, psicologici o antropologici della comunicazione elettronica: L0V3 B1T3Z ed il sito LoveBytes.it affrontano invece aspetti prettamente linguistici.
  2. LoveBytes.it è un progetto a termine. Il sito web nasce a settembre con la pubblicazione del primo segmento della tesi L0V3 B1T3Z e termina in aprile
  3. I commenti […]: verranno pubblicati solo ed esclusivamente quelli inerenti ai contenuti che seguono. Il principio di base è che [si] espanda e contribuisca concretamente all’analisi, alla riflessione ed alla discussione sugli argomenti in oggetto.

In altre parole: dopo anni mi sono deciso a condividere il lavoro fatto perché molto immodestamente lo ritango ancora unico e utile ma ho deciso di non scegliere la strada del file “abbandonato” in rete.

Ho optato per una forma comunque “finita” ma dilazionata di pubblicazione (simil-blog, se volete) in un sito ex novo per far leggere il lavoro e rileggerlo anche io con calma nei prossimi mesi e avere al tempo stesso un canale aperto per il feedback contestuale e rigidamente moderato.

Per quanto mi possano far piacere i “ciao! ottima idea” e i rituali complimenti per la trasmissione su LoveBytes.it ribadisco che non ci sarà spazio se non per vere discusioni e contributi informati e competenti, che siano richieste di chiarimenti, estensioni, contestazioni o rettifiche a quanto rilevato e scritto all’epoca.

Le concordanza sbagliato e gli errori del word processing

Pubblicato il: 27/08/2008 — Tematiche: appunti,comunicazione,idee,non si dice opensurz

Rileggendo alcuni miei articoli pubblicati mi accorgo di incappare più di quanto vorrei in una tipologia di errori che non rientra in quelli affrontati dalla mia lunga formazione scolastica. Sono errori direttamente collegati all’introduzione del computer come strumento esclusivo per l’elaborazione dei testi. Alcuni derivano dall’uso ed abuso del taglia-e-incolla ma in generale il problema è che lo spostare o ricombinare parole e parti del testo può lasciare disseminate brutte sorprese per autore e lettore.

L’introduzione dell’editing elettronico di testi ha aperto nuove strade non solo alla facilità di elaborazione e rileaborazione dei pensieri ma anche alla produzione di nuove mostruosità tragicomiche che non sono meri errori di battitura nè tantomeno quelli più gravi (ma rettificabili all’origine) di ignoranza di ortografia, grammatica e sintassi.

Uno strafalcione come

Si tratta dei “miti” raccolti e confermate o smentite su una pagina di multicians.

che compare su un Hacker Journal recente, verso la fine di un mio pezzo su Multics, è un esempio lampante del fatto che c’è stata una modifica del sostantivo ma è mancato un adeguamento dei termini seguenti. La concordanza al femminile mi fa pensare che molto probabilmente in origine avevo usato “leggende”, poi rettificato in “miti”. In altre situazioni mi sono trovato a eliminare ripetizioni di un termine a colpi di trova (e sostituisci manuale) con il risultato di errori simili: qualcosa prima o dopo stonava perché scritto con e per del testo che non c’era più.

Perché succede?
È facile dare la colpa al mezzo. I motivi per cui questi “nuovi errori” rimangono nel testo sono i soliti: disattenzione e fretta dell’autore sono i principali, spesso causati dalla corsa alla quantità più che alla qualità. Ha la sua brava parte di responsabilità però anche il fatto che in gran parte degli amblti professionali latitino i filtri editoriali (o proofredaer che siano) che intercettino gli strafalcioni prima della pubblicazione.

Quali le soluzioni?
Ad essere realisti sono poche, se non una presa di coscienza di chi scrive (tanto) e rielabora (tanto) di controllare (lui) e far ricontrollare (ad altri) il testo, sottoponendolo ad un partner, amico o parente, nella speranza che l’improvvisato correttore di bozze colga “le concordanza sbagliato”.

Ci sarà da fidarsi?

Pubblicato il: 25/07/2008 — Tematiche: appunti,comunicazione,humor,non si dice opensurz,segnalazioni

Da un messaggio di “lavoro”:

Subject: Richiesta di collaborazione per indagine anonina […]

Su Internet io credo:

Pubblicato il: 19/07/2008 — Tematiche: appunti,comunicazione,non si dice opensurz
  • nella densità dell’informazione, perché l’ipertestualità aggiunge una dimensione informativa al testo, che sia parola, immagine, suono o filmato
  • nella sintesi, perché i “limiti” della carta stampata si possono trasformare in un vantaggio di chi legge, anche online
  • nella leggibilità, perché l’ipertestualità serve anche a evitare cose come “questo link” e “clicca qui”
  • nella chiarezza e nell’evitare assunti o comode scorciatoie come gli “abbiamo già parlato di”
  • nell’informazione specializzata e nel parlare di ciò che si conosce evitando il più possibile tentazioni da tuttologo
  • nell’uso di vocaboli tecnici, ma che non siano tecnicismi, senza esagerare con l’uso di gerghi, neologismi freschi freschi e parole cool e performanti

E voi in cosa credete? :?

Commentando ;-)

Per la serie “troppo tempo libero” ecco una lista (parziale) dei nickname con cui nell’ultimo anno ho commentato i post dell’amico Nicola “Koolinus” Losito sul suo www.koolinus.net/blog

Joshua Schachter Fan Club on Jun 13, 2008
http://www.koolinus.net/blog/tag-o-tags/#comment-53278

Egli che è colui che lava e stende i panni on Mar 29, 2008
http://www.koolinus.net/blog/io-sono-qui/#comment-53091

wardriv^^warwalker on Mar 30, 2008
http://www.koolinus.net/blog/io-sono-qui/#comment-53095

Colui che liscia le scadenze on Apr 3, 2008
http://www.koolinus.net/blog/vota-per-il-software-libero/#comment-53115

L’ex-fanzinaro on Apr 4, 2008
http://www.koolinus.net/blog/vota-per-il-software-libero/#comment-53118

Il fan di Daniele De Iuliis on Mar 23, 2008
http://www.koolinus.net/blog/mi-hanno-bannato-da-flickr/#comment-53067

Schermataro on Apr 15, 2008
http://www.koolinus.net/blog/mi-hanno-bannato-da-flickr/#comment-53158

per zooomr hip hip h^^NO CARRIER+++ on Apr 23, 2008
http://www.koolinus.net/blog/i-consigli-di-nicola/#comment-53206

Nicola (uno dei tanti) on Feb 28, 2008
http://www.koolinus.net/blog/questo-blog-ha-cinque-anni/#comment-52987

Finto esperto di fotografia digitale on Feb 12, 2008
http://www.koolinus.net/blog/la-mia-scrivania-in-ufficio-edizione-2008/#comment-52894

Blogg^^articolista in pigiama on Feb 11, 2008
http://www.koolinus.net/blog/la-pappa-pronta/#comment-52883

Deadline surfer on Jan 16, 2008
http://www.koolinus.net/blog/la-direzione-del-blog/#comment-52790

Sonnolento on Jan 17, 2008
http://www.koolinus.net/blog/la-direzione-del-blog/#comment-52796

Cultural kickstarter on Jan 10, 2008
http://www.koolinus.net/blog/l-abmug-compie-5-anni-gli-sviluppi/#comment-52749

Il mercenario on Oct 31, 2007
http://www.koolinus.net/blog/che-tipo-di-blogger-sono/#comment-44705

Traduttore di letteratura per l’infanzia on Nov 11, 2007
http://www.koolinus.net/blog/acquisti-fumettistici-novembre-2007/#comment-46506

Whatever 2.0 on Oct 17, 2007
http://www.koolinus.net/blog/koolinusjaikucom/#comment-44264

Whatever 2.1 (upgrade) on Oct 18, 2007
http://www.koolinus.net/blog/koolinusjaikucom/#comment-44296

Web 2.0 (ab)user on Sep 27, 2007
http://www.koolinus.net/blog/aggiornasi/#comment-43667

Lo storpiatore di fumetti on Oct 3, 2007
http://www.koolinus.net/blog/io-il-fumetto-e-il-conto-corrente/#comment-43817

Colui che parla con le amministrazioni on Oct 3, 2007
http://www.koolinus.net/blog/io-il-fumetto-e-il-conto-corrente/#comment-43819

del.icio.us man on Oct 10, 2007
http://www.koolinus.net/blog/io-il-fumetto-e-il-conto-corrente/#comment-44019

iPod-less on Sep 12, 2007
http://www.koolinus.net/blog/ipod-piccole-e-grandi-rivelazioni/#comment-42027

Quello col SuperDrive rotto on Sep 15, 2007
http://www.koolinus.net/blog/e-oggi-hai-fatto-back-up/#comment-42414

Rhapsody era meglio on Sep 1, 2007
http://www.koolinus.net/blog/hardening-di-mac-os-x-tiger-il-manuale/#comment-40836

Mr. In Ferie on Aug 5, 2007
http://www.koolinus.net/blog/come-disabilitare-i-filtri-safesearch-di-flickr/#comment-39032

Quello che aspetta i bonifici on Jul 27, 2007
http://www.koolinus.net/blog/entusiasmo/#comment-38455

Nota: Molti, se non tutti gli pseudonimi usati, sono direttamente connessi a lavori ed attività che stavo portando avanti all’epoca in cui ho aggiunto il commento: che è stato sempre e comunque firmato in maniera riconoscibile con un “nda” finale.

Stupid stupid warnings (son of)

Pubblicato il: 30/04/2008 — Tematiche: comunicazione,humor,informatica,non si dice opensurz

Ovvero: altre risposte a avvisi, firme e piedi… pensati e scritti con i piedi.

Tizio Semproni è assente dall’ufficio. E quindi tu, che hai la sfortuna di essere in una mailing list in cui c’è anche Tizio, ti dovrai sorbire questa risposta automatica a ogni messaggio inviato alla lista.

La comodità delle interviste via Internet

Pubblicato il: 28/02/2008 — Tematiche: comunicazione,informazioni,networking culturale,personaggi,segnalazioni

Dopo aver letto la versione italiana di “The Perfect Thing” sono finito sul blog di Steven Levy. naaNavigando a ritroso ho notato con piacere un intervento in cui si affrontano le differenze tra un’intervista “vecchio stile” e quella condotta per Instant Messaging (se va bene) oppure con l’ormai standardizzato metodo di inviare per e-mail una lista di domande.

La questione non è nuova e il nocciolo avevo provato ad esporlo in “Interviste o questionari?” che sintetizzava un piccolo sfogo apparso su BoingBoing ben cinque anni fa.

Levy, da bravo articolista (ed intervistatore) quale è, approfondisce altri aspetti accessori ed essenziali tra cui evidenzierei

  • la fiducia che si deve necessariamente instaurare tra intervistatore ed intervistato
  • l’apertura mentale necessaria sia che si stia parlando de visu o che si conduca un più ingessato botta e risposta in differita
  • un occhio alla sintetiticità

Rispetto alla pagina o due della rivista stampata il maggior ‘respiro’ di una registrazione diffusa nella sua interezza* non necessariamente è a servizio dell’obiettivo. E del lettore.

* come file audio o trascrizione su un blog

« Materiale più recenteMateriale più stagionato »